Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo piĆ¹ grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

Ondulit: confermata la volontà di restare a Cisterna

Si è tenuto quest’oggi, presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale di Cisterna, un tavolo tecnico- politico-sindacale per discutere i problemi occupazionali e di ampliamento dello stabilimento Ondulit Italiana spa sito sull’Appia, in località Le Castella.

Partecipavano all’incontro il Sindaco Antonello Merolla, l’Assessore alle Attività Produttive Antonio Bellotto, il dirigente della Ondulit Francesco Andreoli, i rappresentanti sindacali Tiziano Maronna (FIOM – CGIL), Sergio Di Manno (FIM – CISL), Aldo Guerrera (FAILM – CONFAIL).

Nel confronto è stata riconosciuta la non responsabilità dell’Amministrazione comunale su eventuali mancanze e ritardi nell’esamina delle pratiche urbanistiche.

La stessa proprietà dell’azienda ha confermato la massima disponibilità da parte dell’Amministrazione e del Sindaco nel cercare soluzioni positive alla vicenda.

Relativamente al perfezionamento della situazione urbanistica del sito, al termine del dibattito l’azienda ha confermato la propria volontà a portare a compimento ogni atto necessario al raggiungimento delle autorizzazioni e concessioni in sanatoria.

L’azienda ha ribadito anche la propria volontà a mantenere l’attività produttiva presso lo stabilimento sulla via Appia. Inoltre ha sostenuto l’intenzione di presentare eventuali progetti di ampliamento per lo sviluppo produttivo ed occupazionale del sito di Cisterna.

“Non possiamo che essere soddisfatti – hanno detto il Sindaco Merolla e l’Assessore Bellotto – per l’esito di questo incontro, dove ognuno ha confermato la volontà e l’impegno affinchè lo stabilimento Ondulit di Cisterna sia attivo e produttivo. Da parte dell’Amministrazione c’è sempre stato l’impegno verso la salvaguardia dei livelli occupazionali e verso lo snellimento dell’iter burocratico affinché quest’ultimo non possa essere di ostacolo verso le aziende che vogliono investire sul territorio e né di giustificazione per quelle che invece cercano solo un pretesto per disimpegnarsi”.

Cisterna di Latina, 29 aprile 2010