Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina

Benvenuti nella città dei butteri

  • Il Comune di Cisterna su Facebook
  • Il Comune di Cisterna su Twitter
Visualizzazione normale Testo più grande Visualizzazione ad alto contrasto Visualizzazione alternativa

Comunicati Stampa

Moria del kiwi, l’impegno delle istituzioni per salvare la coltura simbolo della città

Si è tenuta stamattina, presso la Sala delle Statue del Palazzo dei Servizi di Cisterna, la conferenza stampa indetta dall’amministrazione comunale e dall’Osservatorio Permanente per la tutela e valorizzazione del kiwi.

In primo piano la crisi del settore legata al dilagare della moria dell’apparato radicale della pianta simbolo della città.

Una situazione che sta mettendo in ginocchio i produttori locali e tutto l’indotto, con gravi ripercussioni sull’economia generale del nostro territorio.

L’Osservatorio, creato su impulso dell’assessorato all’agricoltura coordinato da Vittorio Sambucci, da mesi è a lavoro per unire tutte le parti interessate e cercare soluzioni condivise. 

Grazie a questo impegno, nei giorni scorsi si è affrontato il problema anche in ambiti sovra-territoriali come all’audizione del 22 settembre scorso presso l’assessorato regionale all’Agricoltura, al Ministero dell’Agricoltura (alla presenza del sottosegretario Giuseppe L’Abbate), nelle commissioni regionali “Agricoltura” e “Attività Produttive”.

“Attorno alla questione – ha spiegato l’assessore all’Agricoltura nonché Vicesindaco e coordinatore dell’Osservatorio, Vittorio Sambucci - c’è finalmente una grande partecipazione istituzionale e politica. L’audizione del 22 settembre ne è stata la concreta testimonianza. 

Il sottosegretario L’Abbate ci ha assicurato l’impegno del Ministero dell’Agricoltura, di concerto con il MEF, per reperire risorse da destinare alla ricerca e al ristoro dei danni subiti dai nostri coltivatori.

Inoltre, si è costituito un gruppo di lavoro tecnico-scientifico a livello nazionale per studiare il fenomeno. Parliamo di un’equipe formata dai Servizi fitosanitari delle regioni interessate, da Istituti di ricerca e da università.

Quindi – aggiunge il Vicesindaco - l’obiettivo di accendere un faro sul settore e sul problema è stato centrato. Ora occorre continuare a tenere alta l’attenzione sul problema, anche dell’opinione pubblica. 
Quando un anno fa abbiamo costituito l’Osservatorio, volevamo raggiungere risultati concreti e per la prima volta condivisi. E ‘condivisione’ è la parola chiave per noi. Tanto che dell’evoluzione della vicenda sarà nostra cura rendere edotti sempre il Consiglio Comunale di Cisterna e tutte le altre amministrazioni interessate.

Riponiamo la massima fiducia nell’assessore regionale all’Agricoltura, Enrica Onorati, e nella sinergia di tutte le istituzioni”.

Oltre agli operatori dell’informazione, erano presenti alla conferenza stampa anche il responsabile del Settore Agricoltura del Comune di Cisterna, Antonio Scarsella, il Presidente del Consiglio Comunale di Cisterna, Pier Luigi Di Cori, l’assessore Renato Campoli e buona parte dei capigruppo consiliari.

Per le Organizzazioni del settore c'erano i rappresentanti delle maggiori Associazioni dei Produttori Ortofrutticoli del territorio, Cia, Aspal, Fagri.

Cisterna di Latina, 25 settembre 2020