La Biblioteca Comunale e' "Luogo della Cultura" del Lazio. Prima in provincia nell’elenco approvato dalla Regione su 231 concorrenti. Previsto un finanziamento di 206mila euro per una ristrutturazione, riorganizzazione, ampliamento e potenziamento

La Biblioteca Comunale di Palazzo Caetani tra i “Luoghi della Cultura” premiati dalla Regione Lazio.
E’ stata pubblicata nel BURL n.62 del 1 agosto la graduatoria complessiva dei progetti che hanno risposto al bando regionale e la Biblioteca di Cisterna si è piazzata al 22° posto su 231 enti partecipanti.

Un importante risultato ancora più rilevante se si considera che nella graduatoria è la prima biblioteca nella provincia di Latina preceduta solo da musei e da un complesso storico.

L’importo assegnato è di 206.625,91 euro che verrà concesso in una tranche successiva ai primi 16 progetti classificati, con impegni successivi sul bilancio 2019-2020.

Il progetto, coordinato dalla dirigente Angela Coluzzi con la collaborazione della Biblioteca e dell’Ufficio Cultura, prevede sia l’ampliamento degli spazi destinati alla biblioteca, sia il potenziamento e la riorganizzazione del servizio, con ammodernamento delle attrezzature, degli arredi, dei sistemi informatici, oltre ad attività culturali connesse con la promozione della lettura.

In particolare è prevista una sezione biblioteca per Piccoli (anni 3 - 6) e Piccolissimi (anni 0 - 2) adeguatamente arredata e accessoriata da servizi per l’infanzia (materiali antitrauma, scaldabiberon, ecc.) con all’interno un punto lettura del gruppo di volontari Nati per Leggere; una Sala Polivalente per conferenze, workshop, presentazioni e mostre; una Sala Studio con tavoli dotati di prese elettriche per l’uso di dispositivi come pc, tablet, e soprattutto con un orario molto più amplio rispetto a quello riservato agli utenti della biblioteca; una Stanza della Memoria contenente tutto l’attuale fondo locale con successive integrazioni frutto della convenzione stipulata con l’Archivio di Stato di Latina e la Sovrintendenza ai Beni Archeologici per l’arricchimento del patrimonio documentale, digitale, storico e archeologico.

Inoltre una profonda riorganizzazione logistica interna con l’abbattimento delle barriere architettoniche, rifacimento degli impianti, la sostituzione degli arredi, la dotazione di wi-fi, videosorveglianza, antitaccheggio, impianti per l’audiovisione.

Un progetto articolato e complesso che ha preso in considerazione i risultati delle interviste poste ai frequentatori della Biblioteca e che non solo offre un servizio di studio e lettura qualificato e innovativo ma riqualifica e accresce il prestigio anche dell’intero complesso di Palazzo Caetani.

Cisterna di Latina, 2 agosto 2019